Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’avevano annunciata come una nuova e inedita stagione, piena di novità e con una location tutta nuova, e così è stato. E’ tornato in centro città, addirittura dentro i bastioni, e lo fa in maniera impeccabile.

Nato dal genio di illustri creativi milanesi agli inizi degli anni duemila, il Glitter Disco è una delle serate più interessanti della città come atmosfera, musica, pubblico e performers. Passando per diverse location negli anni, dal Santa Tecla in centro all’HD in città-studi, il Glitter è un “modus vivendi” per tutti quei ragazzi interrotti che si sentono forever young inside.

Immagine

Qui si balla davvero “come le matte”, capita di limonare duro con lo sconosciuto di turno, si sudano le sette camicie (anche se sono decisamente di più le canottiere) e ci si sbronza facilmente e senza sforzo urlando sopra l’ultima hit di una delle reginette del puttan-pop quali Ke$ha o Miley Cyrus. Ragazzi acerbi mischiati a uomini navigati e barbuti, camioniste e belle fregne in compagnia mischiate all’hipster di turno. Tutti insieme nella grande pista dotata di pali per la pole dance dall’aria psichedelica e un po’ berlinese.

Immagine 

Alle menti di Giuseppe Magistro e Fabrizio Ferrini ed alla musica di Marco Cresci si affianca un intrattenimento decisamente alternativo: The Glitz Girlz e Lalla Bittch che ogni sera ci piegano letteralmente dal ridere, con le loro performance che non si possono davvero spiegare a parole.

E la location è davvero da urlo: insegne esterne al neon a intermittenza per uno Strip Club stile vecchia Milano dallo stile desueto e a tratti un po’ bavoso, con moquette per terra e grande scalinata di specchi con lampadario fastoso annesso che danno l’accesso al dancefloor sotterraneo.

Immagine

Insomma, una stagione appena iniziata e che promette davvero bene, con quel “666” davanti che fa tanto girone infernale, un po’ arty e un po’ pulp, come sempre dopotutto.

Ogni sabato sera da mezzanotte al Vanilla Strip Club in Via Turati 29, Milano. 

Annunci